DDMagazine aprile 2008

work:
VORFAS
CIRO GUASTAMACCHIA
MARIO SUGHI
ARISU
A cominciare dall’artista argentina Vorfas, ossia Sofia Salomè, fotografa e grafica che ci regala uno stile retrò. Nella scelta degli ambienti, dello styling, che poi rielabora ulteriormente, è versatile. Le sue rielaborazioni creano mondi fantastici e, spesso, riesce a confondere lo spettatore su ciò che sta guardando, se si tratta di fotografia o di pittura. E’ una prodigiosa autoritrattista, che si “traveste”, si reinveste, si trasforma. E in tutto questo un velato erotismo che rimanda a atmosfere oniriche.

Ciax, ossia Ciro Guastamacchia, Photoreporter freelance milanese.
Un fotografo di strada, che descrive la natura delle realtà urbane: osserva e congela con le sue istantanee l’ironia, la tragedia, l’imprevedibilità, la bellezza e anche la crudeltà della vita urbana nei suoi più diversi aspetti. Il suo è un occhio attento alle sfumature della commedia umana rappresentata nei luoghi pubblici. La strada diventa un momento di questa commedia.
Mario Sughi, o com’è più comunemente noto, Nerosunero, è un vignettista digitale e illustratore italiano che vive e lavora a Dublino. Mario combina elementi di uno humour sottile con un coerente stile artistico che ricorda l’artista Pop inglese David Hockney.
A Roma, alla fine degli anni Settanta, ha lavorato come vignettista negli ultimi anni de IL MALE e poi per Zut, due popolari italiane riviste satiriche. Si trasferisce a Dublino, alla fine degli anni’80, dove studiata Storia medievale.
“Il mio lavoro e il mio stile – ci spiega Nerosunero – sono stati descritti come minimalisti e vicini alla Pop Art inglese. Questo stile infatti aderisce perfettamente ai due principali intenti del mio lavoro: primo, esprimere situazioni che non sarebbe possibile invece spiegare con tratti e disegni del tutto reali o totalmente irreali; secondo, per trarre dalla realtà solo ciò che mi piace o che ritengo strettamente necessario.
Ma questo forse vale solo per il presente. Se un giorno infatti avrò altre priorità e intenti, il mio stile probabilmente cambierà di conseguenza”.
Arisu, portoghese, artista digitale, lavora prevalentemente in photoshop.

Arisu ha creato la grafica per musicisti come Justin Lassen Lyua Dust. E’ stata pubblicata nelle principali riviste come ad esempio Elegy Ibérica, StudioBox, PSDmag, O Mundo de Fotografia Digital, mediterraneaonline, It’s Art magazine, Japanese mag, Head magazine, Zupi mag. Il suo lavoro è ironico e giocoso, anche se, a tratti pervaso di un’insolita malinconia.

link aprile 2008

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.