DDMagazine gennaio/febbraio 2011

Works
MICHAL MOZOLEWSKI
HANDIEDAN
JULIEN PACAUD
DasTOK
MARIANNA STELMACH (Vuzel)

no images were found

MICHAL MOZOLEWSKI

Una corrosione agisce sulla figura del corpo, come le intemperie sull’esistenza umana, rompendo la levigatezza della bella forma con le forze ostili e creative del caos.
HANDIEDAN
Un intarsio prezioso di frammenti e donnine copre ogni angolo della superficie.
Horror vacui ed eros si intrecciano in un esercizio calligrafico che allontana la morte.
JULIEN PACAUD
Il panorama è geometrico, ampio, e sovrastato dagli umani over size, gli dei gravano nel cielo come pianeti. Una nuova era disegnata con inarrivabile limpidezza.
DasTOK
I ritratti sono virati in un verde che astrae l’individualità dei soggetti e li colloca in una dimensione atemporale. Un’essenza metafisica appare nella pelle tatuata dei soggetti, così come in un gregge di pecore.
MARIANNA STELMACH (Vuzel)
E’ un mondo quasi incantato dove le creature giocano con soffice luce e guardano all’orizzonte, reso con il tratto levigato e sognante di una grande forza immaginativa.

no images were found

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.