Bloomsday 2012

Bloomsday 2012

Trieste (TS) – Sabato 16 giugno a Trieste sarà di nuovo “Bloomsday”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

volantino

 

La straordinaria giornata di Leopold Bloom, indimenticabile protagonista del romanzo “Ulisse” di James Joyce, verrà celebrata per il terzo anno consecutivo con una serie di appuntamenti in centro città, in quella che è una data simbolo per tutti i cultori del geniale scrittore irlandese. L’evento – promosso dal Servizio biblioteche civiche del Comune di Trieste, dal Museo Joyce e in collaborazione con il Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Trieste, l’associazione culturale DayDreaming e la Scuola di Musica 55 – è stato illustrato stamattina nella Sala ex Aiat di piazza Unità alla presenza del sindaco Roberto Cosolini e del rettore dell’ateneo giuliano Francesco Peroni.

Il primo cittadino di Trieste si è detto molto soddisfatto del programma della manifestazione, «particolarmente stimolante e frutto del felice rapporto strategico messo in atto con l’Università di Trieste, il vero primo pilastro della cultura cittadina. Rapporto che dovrà diventare una costante futura per la promozione e l’organizzazione “in rete” di eventi e rassegne culturali».
Auspicio condiviso anche da Peroni che – sottolineando come quello joyciano sia stato da sempre un tema caro agli ambienti umanistici dell’Ateneo triestino – ha ribadito l’importanza di «lavorare tutti assieme per lo sviluppo culturale della città».

Laura Pelaschiar e Bianca Cuderi, curatrici della manifestazione, hanno quindi illustrato l’articolato programma di “Bloomsday 2012” che, sabato prossimo, si spalmerà in tre diversi momenti della giornata.
Ritrovo alle ore 11, al Museo Sartorio di Largo Papa Giovanni XXIII, per un doppio appuntamento: la conferenza di John McCourt “Ulisse in mezzora” e la presentazione del volume “Zois in Nighttown. Prostitution and Syphilis in the Trieste of James Joyce and Italo Svevo” di Erik Schneider. La mattinata si chiuderà con il “Bloomsday lunch”, pranzo a base di pietanze tipicamente irlandesi, presso l’Osteria Le Marise di via Felice Venezian 11/f (prezzo 30 euro, bevande escluse; prenotazioni allo 040-3229149).

Nel pomeriggio, dalle ore 18, alla sala mostre ex Aiat di piazza Unità 4/b, dopo l’happening “J.Joyce D.Downtown” con Guglielmo Manenti, Sergio Pancaldi, Christiana Viola e gli interventi musicali di Tiziano Bole e Marco Steffè, verrà inaugurata la mostra “DD – Domestic Drama” di Andrea Guerzoni (visitabile fino al 15 luglio a ingresso libero). Al termine “Bloomsday dinner”, cena sempre dai sapori prettamente irlandesi, presso il Pub Mastro Birraio di via Felice Venezian 24/b (prezzo 16 euro; prenotazioni al numero 3498356201).

L’ultima tappa del “Bloomsday 2012” si terrà alle ore 21, all’Orto Lapidario – luogo del celebre “funerale mancato” narrato nelle pagine dell’“Ulisse” – in piazza della Cattedrale, con “James Joyce a Trieste. Quando el mulo Zois parlava in triestin”. Protagonista della divertente lettura-spettacolo, curata da Laura Pelaschiar, sarà l’attore Maurizio Zacchigna. A seguire il “J.J. late night walking tour”, suggestiva passeggiata notturna nei vicoli della Nighttown di Joyce a cura di Erik Schneider.

 

Share This:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »