Il temperamatite 8 – Una nonna inesauribile  di Silvia Miccoli

Il temperamatite 8 – Una nonna inesauribile di Silvia Miccoli

Una nonna inesauribile

di Silvia Miccoli

C’era una volta una nonna: una nonna antica, non con i capelli rossi o gialli o neri ma semplicemente bianchi.

Questa nonna non stava, come quella di Cappuccetto Rosso, nel bosco, e non era malata ma lavorava tutto il giorno e anche la sera quando rientrava a casa continuava a lavorare e preparava da mangiare e cantava ed il profumo delle sue pietanze unitamente alla sua voce melodiosa si espandevano tutt’attorno.

Questa nonna speciale aveva un bottone magico sulla sua maglia: un bottone color rosso e quando il suo nipotino lo premeva questa nonna raccontava storie infinite.

Questa nonna, pensandoci bene, era anche meglio di un tablet, perché non raccontava mai la storia alla stessa maniera e, anche se l’inizio della storia era sempre lo stesso, il finale non era mai scontato ed il percorso era sempre diverso.

Questa nonna si chiama FANTASIA.

Nonna Fantasia aveva una voce melodiosa, delle espressioni divertenti, due occhi luminosi.

Oh! era così bello sentirla raccontare! Emozionava!!

Un giorno, però, s’inventarono il tablet e la nonna fu messa a tacere in un angolo, dimenticata.

La solitudine piombò nella casa dove il bottone rosso magico fu sostituito da mille altri bottoni.

E tutto fu silenzio finché un giorno vi fu una crisi energetica e tutte le luci dei tablet si spensero ed il silenzio divenne un silenzio ancora più silenzio.

Sembrava essere calato su tutto un velo di morte.

Fu allora che, come per magia, improvvisamente, dall’angolo remoto nonna Fantasia ricomparve con la sua dolce umanità, e fu subito VITA.

 

Share This:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »